The Walking Dead: Intervista a IronE Singleton

26 Dic

L’attore IronE Singleton (T-Dog in The Walking Dead della AMC), descrive la misteriosa telefonata che presagiva il destino del suo personaggio e medita sulla possibilità che T-Dog possa resuscitare come zombie rapper.

Q: Il numero di uccisioni di zombi fatto da T-Dog sembra molto aumentato rispetto alle precedenti stagioni. E’ stato un cambiamento ben voluto?
A: Nel primo episodio ho fatto così tante uccisioni che sarebbero bastate per le prossime quattro stagioni. La gente mi chiedeva sempre, “T-Dog, quanti zombi farai fuori?”. Prima, quando non ne avevo affatto, avrei voluto rispondere loro, “Ho circa 500 uccisioni – fuori dallo schermo”. Tutte le volte che la telecamera si muove, ne uccido qualcuno. Ma in questa stagione ne ho avute così tante da aver recuperato le prime due!

Q: Essendo uno degli abitanti di Atlanta nel telefilm, hai aiutato a dare il benvenuto al cast al ritorno nella nostra città?
A: Ho avuto una proiezione con alcune persone qui a casa. C’erano 150 persone qui, quindi ero tutto emozionato. Mia moglie ha fatto un magnifico lavoro nel mettere tutto insieme – è lei che gestisce tutte quelle cose. Il mio lavoro è stato solo quello di avvisare quando loro sarebbero gunti qui e di fare la mia canzone su Walking Dead.

Q: La canzone su Walking Dead?
A: L’avete sentita? E’ la mia interpretazione di quello che uno zombie direbbe se potesse parlare. Faccio rap. Ed il ritmo è molto coinvolgente!
Q: Come hai saputo che questa stagione sarebbe stata l’ultima per T-Dog?
A: L’ho saputo presto. Glen [Mazzara] ed io non riuscivamo a trovarci per parlare e così ci lasciavamo tanti messaggi in segreteria telefonica. Dicevo a mia moglie, il fatto che Glen mi chiamasse ma di fatto non dicesse di cosa si trattava – non è di buon segno.
In genere quando chiami una persona, gli spieghi di cosa vuoi parlare. Lui invece continuava a ripetere, “IronE, voglio parlarti”. Una volta avuta la conversazione – è stato all’incirca durante l’episodio 1 – ho iniziato a prepararmi psicologicamente. Non è stata una batosta, è stato più, “Capisco”. Ed ho iniziato a prepararmi.

Q: Come ti sei preparato?
A: Questa è stata una stagione di riflessione per me – una stagione emozionante. Pensavo ai tanti bei momenti passati insieme e mi godevo ogni attimo, apprezzandolo pienamente, perché sapevo che presto tutto questo sarebbe finito.

Q: Hai dovuto escogitare una scusa complicata per giustificarti con tutti per il fatto di essere tornato a casa presto dal set?

A: Normalmente avrei detto, “Beh, la produzione va avanti fino a novembre, forse dicembre, quindi le cose vanno davvero bene. Fin qui tutto bene!” La mia famiglia sapeva tutto. Non sono riuscito a non dirglielo. Ma a parte loro, era segretissimo. Non so cos’altro avrei potuto dire a mia moglie, se fossi stato a casa più che in passato, lei avrebbe detto, “Ok, perché sei a casa?”, cosa le avrei risposto?

Q: Com’è stato lavorare in una prigione?
A: C’era l’aria condizionata, cosa che non succedeva dai tempi del CDC, nell’ultima puntata della prima stagione. Era caldissimo nella fattoria l’anno scorso, quindi sì, è stato molto rinfrescante. C’era un po’ di foschia perché hanno finito di realizzare la prigione poco prima e c’erano molte sostanze chimiche nell’aria. Erano del tutto innoque ci hanno detto. Ma alla fine ho passato molto tempo con indosso la mascherina. Era brutta e sporca, sembrava una prigione vera. Eravamo tutti chiusi lì dentro e sembrava davvero reale.

Q: Hai riportato nulla a casa come ricordo di T-Dog e del tuo tempo passato nella serie?
A: Ho lo scudo di T-Dog, con le firme di tutto il cast e dei membri della troupe. Ci saranno all’incirca 300 firme su di esso. Questo mi conferma quello che tutti hanno pensato di me e che mi hanno apprezzato come io ho apprezzato loro. E naturalmente ho la mia canzone su Walking Dead.

Q: Forse T-Dog potrebbe rinascere come un rapper zombie…
A: Tutto può succedere! Shane ha fatto un’apparizione nel telefilm, così anche T-Dog potrebbe. Mi piacerebbe poter tornare come rapper zombie un giorno.

5 Risposte to “The Walking Dead: Intervista a IronE Singleton”

  1. Andrew Pelt 30 dicembre 2012 a 21:45 #

    I simply want to mention I am just new to blogging and site-building and certainly loved you’re website. Almost certainly I’m want to bookmark your blog . You actually come with outstanding articles. Thanks a bunch for sharing with us your webpage.

  2. More Info 4 gennaio 2013 a 22:29 #

    Thank you, I have just been searching for information about this subject for a long time and yours is the best I have found out so far. However, what concerning the conclusion? Are you positive concerning the supply?

  3. useful content 7 gennaio 2013 a 01:02 #

    What a lovely weblog page. I will definitely be back again. Please maintain writing!

  4. here's the site 7 gennaio 2013 a 06:12 #

    A cool post there mate . Thanks for that !

  5. weight loss success stories 9 gennaio 2013 a 08:43 #

    When are you going to post again? You really inform me!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...